Il quadricipite femorale

Avere delle gambe e cosce scolpite e toniche piace a tutti, soprattutto alle donne che sono la categoria che naturalmente tiene di più ad avere delle belle gambe. I muscoli dell’arto inferiore sono molto più grandi in volume rispetto ai muscoli delle braccia e sviluppano una forza maggiore quando si contraggono.

(Fonte: nonsolofitness.it)

Cos’è il quadricipite femorale?

Tra i muscoli delle cosce il più importante e conosciuto è il quadricipite femorale. Il quadricipite femorale è un muscolo piuttosto voluminoso ed è costituito da 4 muscoli, che sono:

  • il retto femorale, che origina dalla spina iliaca anteriore-inferiore;
  • il vasto laterale, che origina dalla linea aspra del femore;
  • il vasto mediale, anche esso origina dalla linea aspra ma dalla componente mediale;
  • il vasto intermedio, che origina dalla faccia anteriore del femore.

Questi 4 muscolo si va ad inserire a livello della tuberosità tibiale dopo aver attraversato la rotula. L’azione che permette questo muscolo è l’estensione del ginocchio, quindi della gamba rispetto della coscia, e la flessione della coscia sul bacino.

Esercizi per allenare il quadricipite

(SQUAT)

Tra gli esercizi per il quadricipite abbiamo:

  • Squat, questo esercizio è considerato il re degli esercizi per le gambe ed è un esercizio multiarticolare che fa aumentare la forza e stimola il rilascio naturale di testosterone. Quando si esegue lo squat è molto importante tenere il bilanciere appoggiato sulle spalle e non sul collo, tenere la schiena dritta e le ginocchia circa alla larghezza delle spalle, con le punte dei piedi leggermente rivolte verso l’esterno. Quando si scende si deve stare attenti a non superare con il ginocchio la punta del piede. Può essere eseguito anche con altri attrezzi come le kettball o con una weighted bad. Può essere eseguito anche a corpo libro;
  • Pressa: si può fare sia piana che a 45°, è molto importante la posizione dei piedi come nello squat e cosa molto importante è tenere la schiena ben appoggiata allo schienale, per non subire traumi alla parte lombare;
  • Affondi: questo esercizio fa lavorare molti muscoli e di conseguenza aumenta la forza generale. Nell’esecuzione è molto importante tenere il ginocchio anteriore perpendicolare al suolo per non gravare sull’articolazione. Questo esercizio è molto utile anche a quella che è la propriocezione;
  • Leg extension:  è un esercizio con sovraccarichi che impone il movimento monoarticolare di estensione della gamba  sulla coscia,  quindi l’estensione del ginocchio. Il movimento è focalizzato alla stimolazione specifica del muscolo quadricipite femorale, e risulta come l’unico esercizio che favorisce il massimo isolamento di questo gruppo muscolare.
(Leg extension – Fonte: panattasport.com)

close

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *