Il peso corporeo e l’indice di massa corporea

BMI – INDICE DI MASSA CORPOREA

L’indice di massa corporea (BMI, dall’inglese body mass index) è un dato biometrico, espresso come rapporto tra peso in kg e quadrato dell’altezza in metri di un individuo ed è utilizzato come un indicatore dello stato di peso forma

Kg/m2

Il metabolismo basale produce il calore necessario a mantenere la temperatura corporea lungo tutta la superficie corporea. Nel BMI, i kg rappresentano la massa che produce calore mentre i  m2 vanno ad indicare la superficie corporea.

Il risultato di tale rapporto va ad essere analizzato tenendo conto di una tabella di riferimento.

BMI (INDICE DI MASSA CORPOREA)ClassificazioneRischio di malattie e mortalità
<18,5SOTTOPESOModerato (malattie apparato digerente e respiratorio)
18,5 -24,9NORMOPESOMolto basso
25-29,9SOVRAPPESOAumentato (malattie cardiovascolari, diabete,sindrome metabolica)
30-34,9OBESITA’ I GRADOAlto
35-39,9OBESITA’ II GRADOSevero
>40OBESITA” III GRADOMolto severo

Con l’invecchiamento i “valori limite” si spostano, poiché fisiologicamente il peso con l’età aumenta.Il BMI è un ottimo indicatore per capire in che stato fisico si è, però bisogna tener conto che non siamo tutti uguali. Infatti questo indice non tiene conto del sesso, dell’età, di caratteristiche morfologiche di base, come larghezza delle spalle, larghezza ossea del bacino, circonferenza cranica, rapporto tra lunghezza delle gambe e lunghezza del tronco, somatotipo. Inoltre, per capire in che stato fisico si è, non va valutato esclusivamente il peso ma anche e soprattutto la percentuale di massa grassa e massa magra.

Da cos’è dato il peso corporeo?

Il nostro peso è dato dalla somma della massa magra con la massa grassa e con l’acqua. La massa magra rappresenta quello che è l’alto metabolismo (contrazione muscolare, cervello e visceri), mentre la massa grassa rappresenta il basso metabolismo (grasso e ossa). Per misurare la massa grassa e la massa magra possiamo avvalerci della BIOIMPEDENZIOMETRIA (BIA). La  bioimpedenziometria è una metodica utilizzata per la determinazione della composizione corporea (massa grassa, massa magra, acqua totale). L’impedenziometria misura l’impedenza del corpo al passaggio di una corrente elettrica a bassa potenza e alta frequenza (50 kHz). La BIA  si basa sul principio che i tessuti biologici si comportano come conduttori, semiconduttori o isolanti. Le soluzioni elettrolitiche intra ed extracellulari dei tessuti magri sono ottimi conduttori, mentre osso e grasso sono isolanti, e non sono attraversati dalle correnti.
Il corpo risponde come un circuito elettrico ogni qualvolta viene attraversato da correnti elettriche. Quando s’infonde nel corpo una corrente, questa lo attraversa più facilmente se contiene molti fluidi corporei, mentre quando incontra la massa cellulare incontra più resistenza. Le cellule, inoltre, funzionano come dei condensatori per cui producono una capacitanza. Avremo così che una corrente di bassa frequenza applicata ad un tessuto passa prevalentemente attraverso i fluidi extracellulari perché, alle basse frequenze, l’impedenza delle membrane cellulari è molto elevata (quindi le misurazioni a bassa frequenza forniscono informazioni sull’acqua extracellulare). Con frequenze più elevate la corrente attraversa tutti i fluidi, extra ed intracellulari (le frequenze più elevate forniscono informazioni sull’acqua intracellulare).Come anticipato, il tessuto grasso è un cattivo conduttore, ne consegue che l’impedenza corporea dipende quasi completamente dalla massa magra. Il protocollo di esecuzione del test prevede che il soggetto si sdrai supino. A questo punto il tecnico collocherà quattro elettrodi, due sulla mano e due sul piede e, attivando il macchinario, misurerà la resistenza e la reattanza del suo corpo.

Negli ultimi è possibile trovare sul mercato bilance polifunzionali, ovvero che ci permettono di conoscere non solo il nostro peso corporeo ma anche quella che è la percentuale di massa magra e massa grassa. Inoltre, queste bilance sono dotate di bluetooth che permette di collegare la bilancia al proprio smartphone, e attraverso un’app specifica della bilancia possiamo andare a vedere giorno per giorno quelle che sono le variazioni e quindi tener sotto controllo il tutto quotidianamente.

                                                                                      

.

close

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *