La psicocinetica nel gioco del calcio

La psicocinetica è un termine utilizzato per affermare che è possibile utilizzare il movimento per educare. Attraverso la psicocinetica applicata, il giocatore impara a conoscere se stesso, a decidere cosa fare e a capire come intervenire.

La psicocinetica, quindi, si focalizza prima sull’individuo e poi sul giocatore nella sua interezza psico-fisica. L’esercitazioni psicocinetiche sono importanti per l’apprendimento motorio e per stimolare l’atleta a modificare il proprio comportamento in base alla situazione di gioco.

In sport “open skill“, come il calcio, è fondamentale che il giocatore sappia modificare il proprio comportamento in base alla situazione, poiché queste evolvono in continuazione e non si ripetono mai in modo ciclico. Nel calcio, infatti, è impossibile che una determinata azione sia identica ad un’altra (simile si ma non identica) visto che c’è sempre un fattore interno o esterno che varia.

Allenamenti di psicocinetica sono fondamentali per una preparazione adeguata del giocatore alla partita. Il giocatore dovrà allenarsi in situazioni sempre più vicine a quelle di gara e in condizioni di progressiva difficoltà. L’esercitazioni di psicocinetica di base avviano i calciatori alle prime conoscenze tattiche relative alle posizioni in campo, alla direzione dei movimenti, dei compagni e degli avversari sviluppando l’orientamento e la percezione del tempo e dello spazio.

ESEMPIO DI ESERCITAZIONE PSICOCINETICA

ORGANIZZAZIONE

In un’area di gioco di 30×25 metri, su quattro linee diverse, predisporre il seguente materiale:

  • LINEA 1: due paletti a distanza di 5 metri l’uno dall’altro dove far posizionare due gruppi di giocatori dello stesso numero, un gruppo per paletto;
  • LINEA 2: posizionare a 5 metri dai paletti 3 delimitatori di spazio di colore diverso a distanza tra loro di 5 metri;
  • LINEA 3: a 5 metri dai delimitatori posizionare 4 stazioni di coni a 5 metri di distanza. Ogni stazione avrà un numero di coni diverso, che può variare da uno a quattro;
  • LINEA 4: posizionare a 15 metri 3 delimitatori di spazio di colore diverso, con una distanza tra ogni delimitatore di 5 metri.

SVOLGIMENTO

Al comando d’avvio del mister, i primi di ogni gruppo partiranno per affrontare il circuito seguendo la sequenza di comandi dettata dal mister, che varierà ogni volta. Il mister infatti, ad ogni giro dovrà indicare la postazione da raggiungere in ogni linea, tutto questo in modo random. Per esempio, il mister dirà GIALLO-3-ROSSO ai primi due che partiranno e BLU-1-BLU ai secondi, e così via. Raggiunta l’ultima linea, i giocatori raggiungeranno la fila con una corsa blanda.

DURATA

Ripetere il circuito 3/5 volte con un recupero passivo di 2 minuti tra una serie e l’altra.

OBIETTIVI

  • Psicocinetica
  • Reazione
  • Velocità
close

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *